magia rossa legamenti d'amore
  ismaell.net   ismaell.net   ismaell.net  
magia rossa legamenti d'amore

Guardare i propri sogni

Quanti sogni abbiamo fatto nella nostra vita, e quanti di questi ci hanno illuso così tanto da non renderci conto di stare sognando. Ogni sogno, ogni notte, diventa la nostra vita!!! Ma vi siete mai chiesti all’interno di un vostro sogno, se tutto era vero o falso? Probabilmente no, come nella realtà di tutti i giorni si vive e si va avanti dando per scontato che tutto è reale e giusto, così avviene nei nostri sogni, anche se strani o caratterizzati da chissà quali esseri: tutto sembra essere paradossalmente normale!!! E se anche la vita di tutti i giorni fosse un sogno? Quali differenze ci sono realmente da un sogno notturno? Cerco di portarvi alcuni piccoli esempi: una notte ho sognato di essere in un bar a chiacchierare felicemente con un gruppo di amici, di vecchia data, conoscevo esattamente ognuno di loro, il loro passato, il loro impiego, la mia vita all’interno del “sogno”, insomma una scena quotidiana di una qualsiasi delle nostre vite… Ma la mattina al risveglio tra le sfumature che potevo ricordare ed esaminare mi sono accorto che io non ho mai conosciuto nessuno di tutte quelle persone, e la mia vita è ben diversa da come era strutturata nel sogno. Ma la cosa che mi ha stupito era la memoria storica all’interno del sogno, conoscevo tutto e tutti compresi i ricordi. Potreste dire che un sogno dura poco rispetto alla vita, ma quando si sogna sembra non essere così. Ho voluto fare questa introduzione per cercare di spiegare quanto possa illuderci un sogno e quanto possa velare alla nostra mente le circostante così come sono realmente. Cercare di capire questo è un gran passo avanti nei confronti del Viaggio Astrale. Bisogna cercare in qualche modo di addormentarsi con l’intento di osservare i nostri sogni, e diventarne critici osservatori così da riconoscere un sogno dalla realtà; una volta riconosciuto il sogno, la nostra attenzione si fa più forte e la coscienza si sveglia. Un piccolo esempio: qualche notte fa stavo sognando di passeggiare lungo una strada asfaltata di periferia, una bella giornata, il sole ecc…, ad un tratto mi sono girato per tornare indietro sui miei passi, nell’istante in cui mi sono voltato tutto era bagnato come se avesse appena piovuto; in quell’istante sono riuscito a diventare critico del mio sogno e ad estraniarmi, capendo che non era possibile e razionale che la strada fosse bagnata, in quello stesso istante sono diventato cosciente di stare sognando così mi sono salite le vibrazioni ed ho potuto accedere al Viaggio Astrale. Non è questo l’unico modo per fare viaggi astrali, ma è un arma molto potente da attivare in noi stessi, sicuramente fonte di meraviglie.. Un ultimo esempio di quando sia potente l’assuefazione ai nostri sogni o viaggi astrali da scambiare l’uno per l’altro: una mattina mi sono svegliato, mi sono alzato, e tutto era normale, tranne la casa: era strutturata diversamente dalla mia, all’inizio non ci ho fatto molto caso, dentro di me ho pensato potesse trattarsi di un viaggio astrale, ma ho subito scartato l’idea perché ero profondamente convinto di essere sveglio, mi sono guardato intorno un po’ stupefatto e confuso, quando ad un tratto mi sono svegliato nel mondo reale ancora più confuso, perché l’esperienza era talmente reale da sembrarmi irreale svegliarmi nel mondo reale… Se tutta questa spiegazione vi ha messo in qualche modo confusione, meglio ancora sarà una leva in più per diventare più osservatori e coscienti all’interno delle vostre esperienze; ricordate che tutti fate Viaggi Astrali, il difficile non è farli ma riconoscerli e diventarne coscienti. 

Torna a indice Out body experience

Vocabolario della Magia
A disposizione di tutti i visitatori del sito un introvabile Vocabolario della Magia e della Parapsicologia, con centinaia di voci consultabili in qualsiasi momento gratuitamente. In più è anche interattivo, e potete contribuire voi stessi a segnalare o a richiedere termini nuovi.
Ultimo aggiornamento

12 novembre 2018