magia rossa legamenti d'amore
  ismaell.net   ismaell.net   ismaell.net  
magia rossa legamenti d'amore

Come capire se un legamento d’amore funziona

Durante un lavoro magico esoterico per legare una persona ad un altra, durante un legamento d’amore, o una malia, o una fattura d’amore, l’interessato si chiede e domanda: “ma come faccio a capire se quanto sta facendo il mago (non la maga clicca qui o cartomante, sensitiva…) funziona? ….quali sono i segnali che devo vedere o cercare? da cosa capisco che il lavoro in corso sta facendo effetto e funziona…..?”

Ed allora bisogna essere molto chiari su questo punto, perché certi stati d’animo, hanno un’influenza negativa sul lavoro in corso e possono FRENARE eventuali risultati ALLUNGANDO anche di molto i tempi di attesa – quando va bene.

Se va male invece possono addirittura, questi stati d’animo, INFICIARE il lavoro dell’operatore.

Se una persona non viene avvisata prima e non è un addetto ai lavori, certe cose non le può sapere, e accade purtroppo che tale lacuna causi a volte situazioni dannose.

Durante un lavoro esoterico bisogna a tutti i costi evitare di tormentarsi continuamente, essere ansiosi, subire angosce e stati negativi, evitando di avere fretta e premura, clicca qui perché sono proprio questi stati d’animo a poter compromettere il risultato finale.

Ed allora è consigliabile stare tranquilli e calmi, non avere premura, mettersi in serena attesa degli eventi anche perché così facendo si “aiuta” colui che sta lavorando per voi.

NON ci sono segnali, durante il lavoro magico che ci possono far capire che tutto va bene, a meno che non si abbiano dei risultati precoci, ovvero sia che le cose non incomincino a muoversi già durante le ritualistiche ed allora capiremo senza ombra di dubbio che le ritualistiche stanno facendo effetto.

Ma se si tiene presente che per vedere risultati o per vedere le cose che incominciano a muoversi, oltre il 70% delle persone deve aspettare la fine delle ritualistiche, si capisce da soli che il vedere risultati precoci o vedere le cose muoversi prima, non è così frequente come qualcuno potrebbe pensare.

Ed allora, se non abbiamo nessun riscontro che le cose stanno andando come vogliamo noi, dobbiamo per forza aspettare il risultato del controllo finale che viene fatto una volta finite le ritualistiche.

Ed è proprio per non causare ostacoli o problematiche finali, che durante il lavoro bisogna stare sereni, crede in quello che l’operatore fa, rimanere ottimisti e positivi su tutta la linea.

L’operatore comunque può controllare se le ritualistiche sono fatte a regola d’arte e conseguentemente se sono tecnicamente corrette….e già questo è positivo.

Ma capire se sarà raggiunto il risultato desiderato, lo si può vedere solo da risultati precoci o durante il controllo finale.

Al controllo finale, se l’esito sarà positivo, allora sì che possiamo dormire tra 2 – 3 cuscini di piume, perché saremo sicuri, che in brevissimo tempo, il risultato si concretizzerà e noi otterremo quanto per cui abbiamo fatto lavorare. Ricordiamoci che se al controllo finale sarà tutto OK, in 30 – 60 gg avremo in mano il risultato.

Pertanto è inutile agitarsi durante il lavoro in corso, preoccuparsi e peggio del peggio tormentarci diventando ansiosi e/o angosciati.

La magia ha il suoi tempi, che dipendono molto dal bersaglio e dai tempi di assorbimento. E siccome nessuna persona è uguale ad un altra neppure se gemella, capiamo benissimo che i tempi del risultato saranno diversi per tutti, chi prima o chi dopo. L’importante però è ARRIVARE AL RISULTATO.

E per aumentare le probabilità che tutto vada bene ed ottenere così quanto desideriamo, la cosa migliore è metterci tranquilli ed aspettare sereni che gli eventi si compiano ed ottener così ciò che desideriamo.

Vocabolario della Magia
A disposizione di tutti i visitatori del sito un introvabile Vocabolario della Magia e della Parapsicologia, con centinaia di voci consultabili in qualsiasi momento gratuitamente. In più è anche interattivo, e potete contribuire voi stessi a segnalare o a richiedere termini nuovi.
Ultimo aggiornamento

12 novembre 2018