magia rossa legamenti d'amore
  ismaell.net   ismaell.net   ismaell.net  
magia rossa legamenti d'amore

Fattura di Sant’antonio

Sant'Antonio
Altro intervento pseudo magico blasfemo CHE NON SERVE ASSOLUTAMENTE A NIENTE (assieme al rituale di Sant’Elena) E dove addirittura sono previste azioni esplicite di uso di cose sacre o sacralizzate in chiesa a scopi magici (leggasi satanici) è LA COSIDDETTA FATTURA DI Sant’Antonio.

Infatti si consiglia di iniziare questa ritualistica in periodo di luna crescente e di venerdì (giorno di passione) alle ore 24 e farlo per tre giorni alternati (un giorno sì ed uno no).

In questa ritualistica è previsto l’utilizzo di materiale esorcizzato che bisogna portare in chiesa, sottoporlo a ben 3 messe e poi consacrato il materiale, usarlo a scopi magici con invocazioni sacrileghe.

Un’altra variante sacrilega è la seguente:

Prendete 2 candele bianche e sistematele 1 a destra e l’altra a sinistra, in mezzo ad esse la foto o la statua di San Antonio.
Adesso prendete un limone e lo sistemate davanti all’immagine del Santo, accendete l’incenso liturgico invocandolo cosí:
io vi invoco o giglio immacolato, sant’Antonio benedetto, io mi pento del peccato e da voi l’aiuto aspetto.
sant’ Antonio mio beato per amore del Dio bambino che vi é a lato ottenetemi la grazia.
Battezzare il limone, spruzzandolo con dell’acqua santa (presa in una chiesa maschio) e con del sale, dicendo:
io ti battezzo creatura limone, con i nomi di …………………………………………..

Poi con un coltello vergine, tagliate il limone in 2 parti, all’interno inserite il testimone della persona da legare o la sua foto con insieme la figura del santo, chiudete il tutto con un nastro rosso lungo 33cm, al quale bisogna fare 9 nodi, dicendo ad ogni nodo (altra orazione blasfema:
oh gran santo dei miracoli, amorosissimo sant’Antonio, che la morte, orrori, disgrazie, lebbra e mali spiriti fuggono davanti al tuo nome, che mare e catene cedono, fate che …non possa vivere, né riposare, né mangiare e che sia sempre legato a …come il vostro corpo e il vostro spirito sono legati al dio bambino che vi é a lato, e che … non possa opporsi al mio volere senza che senti il peso della tua mano a cui mare e catene cedono. amen.
Recitare un CREDO e poi dite:
sant’ Antonio dei miracoli tanto lo devi legare (fate il nodo)che di …non si deve scordare.
Terminata l’operazione dei 9 nodi, legare il nastro al limone per chiuderlo, poi sotterrarlo in aperta campagna o sotto un bel albero(o meglo ancora in casa della persona da legare) e dire:
sant’ Antonio mio bello, proteggi il nostro amore, ti scongiuro per la tua santa intercessione possa …legarsi a me come lo é il dio bambino che vi é a lato. amen.
Poi recarsi in chiesa e lí, lasciare consumare le due candele bianche, rivolgendo una preghiera al Santo.

Poi esiste l’orazione finale ed alcune tecniche di attivazione del rituale stesso che come al solito non riporto per impedire che qualche STOLTO voglia provare questa metodologia inutile, blasfema e pericolosa.

Quanto sopra presenta tutte le caratteristiche blasfeme che caratterizzano le attività sataniche o la bassa magia nera. Capite da soli non soltanto l’inutilità di tali riti, ma la PERICOLOSITA’ che essi comportano. E pensate che ci sono mercanti dell’occulto che li vendono menefregandosi della vostra incolumità ma soprattutto del vostro equilibrio esoterico che così facendo andrete sicuramente a distruggere.

Capite bene che tale intervento, quando e se riesce, (1 su 100) lo si deve solo a forze negative demoniache e/o larvali. Immaginatevi dunque, cosa può essere o come può svilupparsi un sentimento basato – per ottenerlo – sul male e sull’intervento sacrilego in chiesa.

QUESTO È IL RITUALE DI SANT’ANTONIO PIÙ POTENTE. CI SONO ALTRE VARIANTI SEMPRE PERICOLOSE MA MENO POTENTI

Torna a Ismaell risponde

Vocabolario della Magia
A disposizione di tutti i visitatori del sito un introvabile Vocabolario della Magia e della Parapsicologia, con centinaia di voci consultabili in qualsiasi momento gratuitamente. In più è anche interattivo, e potete contribuire voi stessi a segnalare o a richiedere termini nuovi.
Ultimo aggiornamento

16 luglio 2018