magia rossa legamenti d'amore
  ismaell.net   ismaell.net   ismaell.net  
magia rossa legamenti d'amore

Il fantasma del film

Copertina Tre Scapoli e un bebèUna ventina o forse anche più di anni fa, in una casa americana, un ragazzino giocava col fucile del padre, quando improvvisamente partì un colpo ed il ragazzino morì. I genitori del ragazzo dopo un breve periodo lasciarono quella casa, che non fu più affittata. Anni dopo, in quella stessa casa vennero girate alcune scene del celeberrimo film con Tom Selleck, Steve Guttemberg e Ted Danson dal titolo “TRE SCAPOLI E UN BEBE'”.
Nel 1990 circa, anno più anno meno, Ismaell, guardando il film, presumibilmente grazie alla sua sensitività ed alla sua medianità, percepì che in una scena c’era qualcosa di anomalo, qualcosa di strano e si mise a studiare fotogramma per fotogramma la scena stessa. Il risultato fu strabiliante. Dapprima, scoprì su una finestra dietro delle tende, la sagoma di un fucile che nulla centrava ne col film ne con la scena, ma la cosa più strabiliante fu che alcuni istanti dopo, al posto del fucile, si era materializzato un bambino che col film – al pari del fucile – nulla centrava e nulla aveva a che fare. Una analisi più approfondita mise in evidenza che quella figura di ragazzo dietro la tenda era una entità spiritica, presumibilmente lo spirito del ragazzino che al momento della morte aveva impregnato della sua energia quella stanza e che si era materializzato durante la scena in cui un uomo ed una donna stringevano e curavano un neonato, forse a significare il desiderio ed il bisogno ancora dell’amore materno di cui la morte lo aveva privato togliendogli la sua giovane vita.
Questa “scoperta” di Ismaell ha fatto il giro del mondo ed il gesto più significativo è che la casa produttrice del film non ha voluto togliere quella scena con l’immagine del bambino e ora, in tutto il mondo, nelle video cassette in commercio si può notare in quella scena la presenza anomala di questo fanciullo e la sagoma del fucile che lo uccise.

ECCO DI SEGUITO LA SEQUENZA:

 

Sagoma di un fucile
I due attori entrano nella stanza e sotto la finestra appare la sagoma chiarissima di un fucile

Immagine del bambino
Mentre escono dalla stanza, sempre alla stessa finestra è scomparsa l’immagine del fucile ed è apparsa quella di un bambino che con il film non ha nulla a che vedere

Presenza del bambino sulle riprese
Continua durante la scena, la presenza inquietante del bambino

Lo spettro del bambino
Gli attori si allontanano dalla stanza senza rendersi conto di essere seguiti dalla sguardo di quella creatura

Altra immagine dello spettro del ragazzo
Gli attori escono di scena, ma il bambino, invisibile all’occhio umano, “catturato” però dalla pellicola è ancora lì, in quella “sua” casa che lo vide morire troppo presto.

LA VIDEO CASSETTA DEL FILM E’ REPERIBILE IN QUALSIASI NEGOZIO DI VENDITA DI VIDEO CASSETTE

Torna a indice Fantasmi

Vocabolario della Magia
A disposizione di tutti i visitatori del sito un introvabile Vocabolario della Magia e della Parapsicologia, con centinaia di voci consultabili in qualsiasi momento gratuitamente. In più è anche interattivo, e potete contribuire voi stessi a segnalare o a richiedere termini nuovi.
Ultimo aggiornamento

16 luglio 2018