magia rossa legamenti d'amore
  ismaell.net   ismaell.net   ismaell.net  
magia rossa legamenti d'amore

Marco Marzaduri, tossicodipendente e malato mentale

Deve essere legalmente fermato

nell’interesse dell’utenza TUTTA e nell’interesse di quanti credono nella magia ed a questa si rivolgono per risolvere i loro problemi., e per la tutela dei veri operatori esoterici che questo personaggio fuori da ogni controllo sta continuando a danneggiare con le sue condotte illecite.

Da più di un anno Marco Marzaduri, titolare dello Studio Esoterico Cornelio, ha messo in atto una campagna denigratoria, falsa e calunniosa con l’intento di distruggere commercialmente Ismaell e cercando di impadronirsi del suo nome, del suo sito e della sua clientela. E per fare ciò tale soggetto ha tenuto condotte criminose che hanno comportato circa 30 denunce a suo carico, denunce tutte presentate da Ismaell. Le ipotesi di reato contestato vanno dalla truffa, alla diffamazione, alla calunnia ecc… per un quadro dettagliato delle querele si può consultare il sito: https://ismaelloperatoreesoterico.wordpress.com/

In una recente richiesta di archiviazione per una infondata denuncia fatta dal Marzaduri nei confronti di una terza persona, il Pubblico Ministero dott, Irene Frudà, sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catania, così motivava il suo provvedimento:
“Dal quadro fino ad ora rappresentato non emergono elementi di reità a carico dei soggetti denunciati (dal Marzaduri ndr) ne trovano  riconoscimento le accuse mosse dal denunciante, al contrario le doglianze denunciate sembrano
trovare fondamento nello stato di salute mentale del Marzaduri e nelle dipendenze di cui lo stesso soffre.
Invero, Marzaduri Marco Roberto Maria è stato preso in carico da quel Servizio, in data 23 ottobre 2013 in relazione alla presenza di un “disturbo di personalità paranoide, in soggetto con abuso di sostanze” (stupefacenti ndr) con contestuale ricovero ospedaliero in psichiatria in regime di T.S.O. (trattamento sanitario obbligatorio ndr) presso il SPCD (Servizio psichiatrico Diagnosi e Cura) del P.O. (Presidio Ospedaliero) Garibaldi Centro di Catania.
All’esito delle dimissioni, il Marzaduri ha proseguito le cure presso il servizio ambulatoriale del
MDSM (Dipartimento Salute Mentale) con un trattamento integrato di tipo psicofarmacologico e psicoterapeutico, arbitrariamente interrotto dal paziente dopo l’ultima seduta di psicoterapia avvenuta il 27.01.2015.
Dopo anni, il data 23 gennaio 2020 il Marzaduri si presentava presso quel servizio
per richiedere una visita psichiatrica con carattere di urgenza. Effettuata la valutazione clinica dal medico, il Marzaduri presentava “moderato stato ansioso, con atteggiamenti direttivi e manipolativi”.
La visita psichiatrica veniva richiesta dal paziente “per un ricovero volontario in psichiatria, finalizzato ad evitare l’ulteriore assunzione di CRACK, dal quale lo stesso dichiarava di esserne dipendente per attenuare la sintomatologia ansiosa ed ossessivo-compulsiva.”
Il medico, all’esito della visita, somministrava terapia farmacologia e programmava un ricovero ospedaliero volontario per la giornata successiva. In effetti il Marzaduri si ricoverava in data 24.01.2020 presso il SPDC (Servizio psichiatrico Diagnosi e Cura) del Garibaldi Centro di Catania, dal quale lo stesso si è tuttavia dimesso, contro il parere dei sanitari in data 25 gennaio 2020.
Il SERT, (Servizi per le Tossicodipendenze)
con nota del 30 gennaio 2020 comunicava che il Marzaduri si è presentato per la prima volta presso quel servizio in data 15.12.2017 con la richiesta di una presa in carico per uso di sostanze stupefacenti.
Dopo essere ritornato in data 18 gennaio 2018 per sottoposti alle prime valutazioni tossicologiche, non si è più ripresentato.
Appare evidente la situazione di scompenso psicologico in cui versa il denunciante (Marzaduri ndr), foriera di interpretazioni persecutorie della realtà, per mancato proseguimento delle cure sia presso il DSM che presso il SERT”.

******
Quanto sopra trascritto riporta fedelmente il provvedimento a firma della dott.ssa Irene Frudà Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Catania in data 01 Luglio 2020.

Non occorre essere scienziati per capire che una persona nello stato mentale in cui versa il Marzaduri, per di più soggetto dichiaratamente tossicodipendente, non può, operare, causa il suo stato, in campo esoterico.

E’ doveroso che le Autorità giudiziarie, ma anche quelle sanitarie intervengano per arginare un soggetto, evidentemente malato, che tuttavia continua a perpetrare condotte illecite nei confronti di terzi e che continua, grazie alla organizzazione dallo stesso creata, a truffare persone che pagano fior di quattrini convinte di trovarsi innanzi a un professionista serio, qualificato e soprattutto equilibrato. E ciò non solo come operatore esoterico ma anche per abuso di professione medica come falso psicologo.

E sarebbe altrettanto opportuno che tale intervento coinvolgesse anche coloro che si prestano ad assecondare e a coadiuvare il Marzaduri nella propria pseudo attività esoterica e di psicologo: segretarie, assistenti operatori telefonici, soggetti che agiscono nella piena consapevolezza di non fornire alcun servizio al Cliente il quale, ignaro, spende il proprio denaro in quella che ha tutta l’aria di essere solo UNA GRANDE BUFALA per non dire una GRANDE TRUFFA.

CONSULTA ISMAELL
Per contattare Ismaell è sufficiente
cliccare qui
e compilare il modulo contatti,
un metodo veloce ed efficace.
Solidarietà ad Ismaell
Cosa dicono gli assistiti e le persone che conoscono ISMAELL di fronte alle bugie, alle diffamazioni, alle false recensioni, alle calunnie e quant'altro, che un sedicente mago e abusivo falso psicologo, Marco Marzaduri dello Studio Esoterico Cornelio, sta mettendo in rete per cercare di danneggiare professionalmente ISMAELL, al quale VUOLE portare via il sito, ed appropriarsi del suo nome????? -> Leggi tutto
Ultimo aggiornamento

16 novembre 2020