magia rossa legamenti d'amore
  ismaell.net   ismaell.net   ismaell.net  
magia rossa legamenti d'amore

Vocabolario della Magia e della Parapsicologia: Y

Yoga: disciplina che tende a liberare l’anima dalla catena delle esistenze rendendola indipendente dalla materia e permettendole di unirsi all’anima universale.
Yoga significa unione, nel senso di unione con la divinità attraverso la liberazione dal dolore nell’estasi della contemplazione e con il superamento del ciclo delle nascite: Karma. Lo yoga da alcuni non è considerato una filosofia, ma un sistema empirico d’educazione psichica, che si rivolge a tutte le manifestazioni della vita psichica, dalle più elementari alle più alte. Ma, in effetti, nella sua accezione più corrente, lo yoga è uno dei sei sistemi della filosofia classica indiana ed il suo fondamento teorico si basa sulla distinzione dello spirito e della materia. Il contatto con la divinità non è ricercato attraverso la via razionale, ma mediante pratiche ascetiche esercizi ginnici respiratori e meditazione estatica.
Lo yoga è una continua espressione di cause ed effetti sempre più complessi e sottili, con una serie di procedimenti insegna appunto a raggiungere la liberazione, nella dilatazione dello spirito, che sotto stimolazioni di pratiche fisiche e mentali, si svincola dalla materia e dal pensiero, risalendo fino all’estasi e da questa al contatto con l’assoluto.
Le tecniche sono varie, vi sono numerosi yoga, ma i più importanti e praticati sono: Rajyoga, yoga reale; Hatayoga, yoga dello sforzo; Mantrayoga, yoga delle formule; Kundaliniyoga, yoga delle potenza latente.
Il primo considera i primi cinque stadi aspetti propedeutici e concentra il suo orientamento sullo spirito, dando importanza particolare agli ultimi tre stadi. È considerato il metodo per eccellenza.
Il secondo da particolare valore ai primi cinque stadi, poiché vede nelle loro pratiche psicofisiche la possibilità di raggiungere il dominio completo degli spiriti vitali e di conseguenza di tutte le funzioni corporee indipendenti dalla volontà e dalla coscienza, eliminando così ogni legame tra anima e mondo esterno.
Il terzo si ricollega alla filosofia del Tantrismo, che pone il vero essere al di là del bene e del male, della gioia e del dolore. Parte dal concetto che tutto ciò sembra esistere è un’illusione, il vero essere è il vuoto universale. La vera meditazione consiste nell’immergersi in questo vuoto fino ad identificarsi con esso. Il suono delle parole della formula fatta nel metodo non si collega all’immagine di oggetti, ma ne evoca solo la realtà e la potenza, diviene linguaggio cosmico e fa entrare nell’eternità.
L’ultimo s’ispira anch’esso al Tantrismo. È la più difficile delle pratiche yoga e presenta anche un forte pericolo per chi l’affronta senza una lunga preparazione. Con Kundalinisi indica il principio femminile e generatore che si annida in ogni essere vivente, la potenza vitale per eccellenza. Il Kundaliniyoga si pratica per risvegliarlo e per assumerne i poteri. Secondo il sistema tantrico nel corpo umano vi è una serie di centri energetici posti in verticale nella colonna vertebrale. Alla base di essa risiede Kundalini.
Quando uno yogi arriva al massimo della sua realizzazione, è entrato in possesso del dominio di facoltà paranormali entrando in piena simbiosi con le forze primarie della natura e con l’assoluto.

Yogi: con questo termine s’indica quell’asceta che praticando lo yoga nelle sue varie forme, con l’intento della continua ricerca di liberare lo spirito della materia dominandola, agendo sul proprio corpo con precisi rituali psico – mentali, interviene su quegli organi e quelle funzioni che sono abitualmente indipendenti dall’azione della volontà cosciente ed influenza, conseguentemente, il metabolismo in genere, la circolazione sanguigna, il moto respiratorio, la formazione delle sue cellule eccetera. Arriva ad arrestare od affrettare la digestione, riesce a rendere impercettibile e rallentatissimo o ad accelerare il battito cardiaco. Arriva a produrre degli psicosomatismi per i quali riesce a far rimarginare in brevissimo tempo le sue ferite, sa rendersi insensibile al dolore e ad immunizzarsi dal fuoco. Riesce, in sostanza ad avere un quasi completo dominio della propria struttura somatica ed un pieno controllo dei propri psichismi, fino a produrre e controllare fenomenologie paranormali.  

 

Torna a indice Vocabolario della Magia e Parapsicologia

Vocabolario della Magia
A disposizione di tutti i visitatori del sito un introvabile Vocabolario della Magia e della Parapsicologia, con centinaia di voci consultabili in qualsiasi momento gratuitamente. In più è anche interattivo, e potete contribuire voi stessi a segnalare o a richiedere termini nuovi.
Ultimo aggiornamento

10 dicembre 2018